Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID – RIENTRO IN ITALIA

תאריך:

ד / 05 / 2020


EMERGENZA COVID – RIENTRO IN ITALIA

(Aggiornamento al 24/9/2020)

AVVERTENZE

Il quadro normativo attuale resta molto fluido, pertanto, prima di acquistare un biglietto aereo si raccomanda di leggere attentamente la pagina dedicata ai rientri in Italia dall’estero (qui) e di verificare:

1) l’operatività del volo con la compagnia aerea, che è responsabile per l’assistenza clienti nel caso di variazioni o cancellazioni dei voli;

2) eventuali restrizioni all’ingresso o al transito previsti dalla normativa dei Paesi dove si effettuerà scalo, consultando la relativa pagina sul sito Viaggiare Sicuri.

Si suggerisce inoltre di portare sempre con sé tutta la documentazione utile a comprovare le ragioni del proprio spostamento.

 

COLLEGAMENTI AEREI DIRETTI

Per la restante parte del mese di settembre e durante il mese di ottobre, sono previsti diversi collegamenti diretti, operati da Ryanair, per gli aeroporti di Roma Fiumicino (programmati fino al 23 ottobre) e per Bergamo (programmati fino al 5 ottobre).

COLLEGAMENTI AEREI INDIRETTI

Al momento l’Italia può anche essere raggiunta facendo scalo in aeroporti di altri Paesi UE e extra-UE.

In particolare, si segnala che attualmente dall’aeroporto di Tel Aviv sono previsti:
- più voli alla settimana per Francoforte e Monaco di Baviera, operati da Lufthansa;
- più voli alla settimana per Zurigo, operati da Swiss Airlines;
- più voli alla settimana per Parigi, operati da Air France;
- più voli alla settimana per Istanbul, operati da Turkish Airlines;
- più voli alla settimana per Atene, operati da Aegean;
- alcuni voli per Vienna, operati da Austrian Airlines.

Il transito da questi aeroporti è generalmente sempre consentito, purché il passeggero disponga al suo arrivo già di un biglietto aereo che comprovi la prosecuzione del viaggio verso l’Italia e non si esca dall’aeroporto.


Si segnala che i viaggiatori in ingresso in Italia dagli scali di Parigi e Atene dovranno, oltre alla consueta autodichiarazione (qui):

a) presentare un’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo;

in alternativa

b) sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine (ove possibile) o entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento

 

 


363