Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione bilaterale in STI

 

Cooperazione bilaterale in STI

Sulla base dell’Accordo bilaterale di Cooperazione nel campo della Ricerca e dello Sviluppo Industriale, Scientifico e Tecnologico del 2002, nel corso degli anni, sono stati definiti una serie di programmi e iniziative per promuovere la cooperazione tra le comunità accademiche, scientifiche e industriali, in particolare nei settori dell’alta tecnologia.

Se siete interessati a sviluppare iniziative di cooperazione accademica e industriale con partner israeliani nel settore della ricerca scientifica, tecnologica e dell’innovazione, l’Ufficio dell’Addetto Scientifico è a vostra disposizione per fornirvi informazioni e supporto (scienza.telaviv@esteri.it).

I programmi e iniziative disponibili con cadenza annuale per sostenere la cooperazione bilaterale nel settore scientifico, tecnologico e dell’innovazione, sono i seguenti:

1. Bando per progetti di ricerca scientifica.

Il bando è pubblicato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano congiuntamente con il Ministero della Scienza e Tecnologia israeliano. Possono fare domanda Università o centri di ricerca da soli o in consorzio, anche con aziende, purché non capofila. Il bando è ogni anno dedicato a due specifiche aree di ricerca. I progetti devono avere una durata massima di due anni. Il finanziamento italiano copre il 50 percento dei costi di ricerca, quello israeliano il 100 percento. Il bando consente di chiedere un “consolidator grant” nel caso vi sia la prospettiva di uno sviluppo concreto della cooperazione scientifica realizzata.

> Leggi il bando

> Vedi i progetti assegnati

2. Bando per progetti industriali.

Il bando è pubblicato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano congiuntamente con l’Israel Innovation Authority. Il bando è dedicato alle aziende anche in consorzio con istituti di alta formazione o centri di ricerca. Il bando è aperto a ogni settore di ricerca. I progetti devono avere una durata massima di due anni e il finanziamento copre il 50 percento dei costi di ricerca e sviluppo. I progetti devono essere finalizzati allo sviluppo di un prodotto, processo industriale o servizio innovativo. Essi devono includere attività di “proof of concept” e/o sviluppo di prototipi e sperimentazione svolte congiuntamente dai proponenti in Italia e/o attività di ricerca e sviluppo tecnologico realizzate insieme in Israele.

> Leggi il bando

> Vedi i progetti assegnati

3. Bando per laboratorio congiunto.

Il bando è pubblicato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano congiuntamente con il Ministero della Scienza e Tecnologia israeliano. Il bando è esclusivamente dedicato a gruppi di ricerca italiani e israeliani con una precedente esperienza di cooperazione. Il bando è ogni anno dedicato a uno specifico tema. Il laboratorio congiunto sarà finanziato per una durata di tre anni. Le richieste di finanziamento non devono superare un totale di 200.000 Euro per parte. I partner del laboratorio congiunto dovranno presentare piani di sostegno finanziario esterno per prolungare le attività del laboratorio oltre il termine di tre anni.

> Leggi il bando

> Vedi i progetti assegnati

4. Programma di seminari scientifici.

Il programma è definito e realizzato dall’Ambasciata d’Italia in Israele raccogliendo proposte e suggerimenti delle comunità accademiche e scientifiche italiane e israeliane. I seminari sono finalizzati a favorire i contatti tra ricercatori e accademici dei due paesi e a stimolare un processo di confronto e discussione tematica con l’obiettivo di promuovere collaborazioni scientifiche e industriali attraverso un processo bottom-up.

> Programma in corso

5. “Premio Rita Levi Montalcini”

Il premio consiste nel finanziamento per un ammontare di 40.000 Euro per parte per progetti di ricerca effettuati da ricercatori di fama internazionale israeliani in Italia e italiani in Israele. Da parte italiana, il bando è pubblicato e assegnato dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI). Per parte israeliana è gestito dal Council on Higher Education.

> Leggi il bando

> Vedi i progetti assegnati

6. “Accelerate in Israel”

Il programma mira a promuovere la crescita internazionale di start-up italiane agevolando un loro periodo di accelerazione in Israele di 10 settimane con un finanziamento forfettario di 12.000 Euro per start-up. Il finanziamento è inteso come contributo a fondo perso per le spese relative al periodo di accelerazione in Israele, incluse quelle per i servizi offerti dall’acceleratore. Il bando è pubblicato e gestito dall’Ambasciata d’Italia in Israele insieme all'Agenzia ICE e in collaborazione con il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, con Intesa Sanpaolo Innovation Center, con la Camera di Commercio e Industria Israele-Italia e con acceleratori israeliani.

> Leggi il bando

> Elenco delle Startup selezionate

 


370