Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Pensionati INPS. Proroga dei termini di conclusione della campagna di verifica della esistenza in vita per il 2019-2020 e differimento dell’avvio della campagna per il 2020-2021

Data:

23/02/2021


Pensionati INPS. Proroga dei termini di conclusione della campagna di verifica della esistenza in vita per il 2019-2020 e differimento dell’avvio della campagna per il 2020-2021

Si informano i connazionali interessati che l’INPS e Citibank, considerata l’emergenza sanitaria internazionale tuttora in corso dovuta al Covid-19, hanno stabilito nuovi termini ai fini dell’accertamento dell’esistenza in vita di coloro che riscuotono le pensioni all’estero. In particolare:

(i) per il periodo 2019 -2020, il termine finale per la restituzione delle attestazioni è stato posticipato dal 5 febbraio al 7 maggio 2021. Pertanto, il pagamento della rata programmata al giugno 2021 sarà effettuato in contanti presso le Agenzie di Western Union e, in caso di mancata riscossione di persona da parte del pensionato o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 giugno 2021, il pagamento della pensione verrà sospeso dalla a partire dalla successiva rata di luglio 2021;

(ii) per il periodo 2020 -2021, l’avvio della campagna di verifica, programmata in principio per il gennaio 2021, è stata posticipata al maggio 2021. Pertanto, Citibank spedirà i moduli di attestazione dell’esistenza in vita dalla prima settimana di maggio 2021, che dovranno essere restituiti alla banca debitamente compilati entro il 7 settembre 2021. Qualora la verifica non venga completata entro il 7 settembre 2021, il pagamento della rata dell’ottobre 2021 sarà effettuato in contanti presso le Agenzie di Western Union e, in caso di mancata riscossione di persona da parte del pensionato o di mancata produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro il 19 ottobre 2021, il pagamento della pensione verrà sospeso a partire dalla successiva rata di novembre 2021.


501