Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Linea Mishpahà

Ti ricordiamo che per poter rinnovare il passaporto, il documento deve avere una validità residua inferiore ai 6 mesi. Inoltre, per beneficiare di un servizio allo sportello più rapido, la situazione anagrafica e di stato civile deve essere aggiornata. L’Ambasciata si riserva la verifica dei requisiti di accesso ai canali preferenziali per tipologia di appuntamento. Si ricorda che dichiarazioni sostitutive mendaci sono punite dalla legge (art. 76 DPR 445/2000). 

Se il tuo stato civile è aggiornato, sei una donna in stato di gravidanza o una giovane mamma/un giovane papà con un figlio inferiore ai due anni, puoi prenotare un appuntamento per il rilascio o rinnovo del tuo passaporto tramite la piattaforma Prenot@mi selezionando il servizio Linea “Mishpahà”.

Il giorno dell’appuntamento dovrai presentarti in Consolato con la seguente documentazione elencata di seguito.

Donne in stato di gravidanza

  • il modulo di richiesta di emissione del nuovo passaporto (da caricare firmato nel campo “altro”);
  • una lettera del medico o un documento di una struttura sanitaria in cui si certifichi lo stato di gravidanza;
  • il precedente passaporto;
  • un documento di identità israeliano, se disponibile, o italiano in corso di validità;
  • i contanti per il pagamento (consulta le tariffe) – si prega di avere l’importo esatto;
  • nel caso di smarrimento/furto del passaporto, occorre la copia della denuncia di smarrimento/furto presso le autorità locali.

Genitori con figli di età inferiore ai due anni

L’appuntamento è per i genitori e/o i figli minorenni di età inferiore ai due anni.

Per il genitore maggiorenne:

  • il modulo di richiesta di emissione del nuovo passaporto (da caricare firmato nel campo “altro”);
  • il precedente passaporto;
  • un documento di identità israeliano, se disponibile, o italiano in corso di validità;
  • i contanti per il pagamento (consulta le tariffe) – si prega di avere l’importo esatto;
  • nel caso di smarrimento/furto del passaporto, occorre la copia della denuncia di smarrimento/furto presso le autorità locali.

Per il figlio minorenne:

  • 2 fototessere del bambino conformi a standard ICAO;
  • il modulo di richiesta per l’emissione del nuovo passaporto firmato da entrambi i genitori;
  • un documento di riconoscimento di entrambi i genitori con foto e firma (es. carta d’identità o passaporto);
  • un documento di riconoscimento del minore (se disponibile);
  • i contanti per il pagamento (consulta le tariffe) – si prega di avere l’importo esatto;
  • in caso di smarrimento/furto del passaporto in corso di validità, è necessaria la copia della denuncia di smarrimento/furto presso le autorità locali.

Attenzione!

Per richiedere il passaporto per un minore è indispensabile un “Atto di assenso” firmato da entrambi i genitori. Questo documento è necessario anche in caso di coppie non sposate, separate o divorziate e anche se i figli minori sono già titolari di passaporto individuale. Le disposizioni che si applicano sono le seguenti:

  • se uno dei due genitori NON è cittadino UE dovrà necessariamente presentarsi in Consolato con l’altro genitore e dovrà firmare l’Atto di assenso di fronte al personale del Consolato, che ne autenticherà la firma. Nel caso in cui uno dei genitori è in Italia o all’estero, dovrà firmare l’Atto di assenso alla presenza di un Pubblico Ufficiale in Italia oppure presso un’Ambasciata o un Consolato italiano nel paese in cui si trova;
  • se uno dei due genitori è cittadino UE, l’Atto di assenso di quest’ultimo potrà essere presentato dall’altro genitore, unitamente a una copia del documento di identità del genitore assente;
  • in caso di decesso di uno dei genitori, dovrai portare con te anche una copia originale del certificato di morte. Se il decesso è avvenuto in un Paese diverso da Israele o dall’Italia, il certificato di morte deve essere presentato esclusivamente con traduzione legalizzata in Italiano o in formato multilingua;
  • se non è possibile ottenere l’assenso da parte dell’altro genitore, l’emissione del passaporto del minore potrà avvenire solo per ragioni che dovranno essere provate da motivazioni solide e adeguata documentazione e a seguito di un apposito decreto emesso dal Giudice tutelare. Il Capo della Cancelleria Consolare esercita le funzioni di Giudice tutelare per i minori iscritti all’AIRE nella circoscrizione di Tel Aviv. Se invece il minore non è iscritto all’AIRE, è competente il Tribunale dei Minori del Comune di residenza.